cropped-PROMAL-logo-configurazione-secondaria.png

Arredi metallici museali, bookshop e corner studiati per l’exhibits

MU-CH Museo della Chimica, Settimo Torinese (TO)

Un allestimento chiavi in mano dedicato all’area shop del museo, caratterizzato da scaffalature metalliche a spalla piena e mobili bassi in metallo direzionali con ante a battente, tutto nella colorazione bianco per esaltare i libri, i gadgets e tutti gli oggetti promozionali in vendita.

Realizzato all’interno di quella che fu la fabbrica di vernici Siva dove, per quasi 30 anni, lavorò Primo Levi, il MU-CH (https://www.mu-ch.it/) è un museo interattivo dedicato alla chimica. Primo in Europa a proporre, attraverso esperienze visive, sensoriali, ludiche ed emozionali, un percorso interattivo e immersivo alla scoperta della chimica per le nuove generazioni.

Il museo è suddiviso in differenti zone, all’interno delle quali vengono affrontati specifici argomenti, supportati dagli explainers (le guide specializzate in comunicazione scientifica) che aiutano a far apprendere, in maniera semplice, concetti scientifici complessi, stimolando al tempo stesso la creatività e la consapevolezza che la scienza è ovunque.

Le attività sono rivolte a tutti i cicli scolastici, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di II grado e alle famiglie.

Il book shop come prolungamento dell'esperienza museale

All’interno di un percorso museale, il book shop, insieme agli altri servizi come l’accoglienza, la biglietteria, la visita guidata, la caffetteria o gli show è una parte integrante del “sistema museo” che caratterizza l’offerta generando valore per tutto il prodotto culturale.

La possibilità di disporre il merchandising museo agevolmente e la resistenza all’utilizzo quotidiano da parte di decine, centinaia o migliaia di visitatori sono due caratteristiche fondamentali per gli arredi che lo compongono. Gli angoli arrotondati, la finitura con vernici atossiche, la caratteristica ignifuga del materiale e la struttura solida e auto-portante delle librerie garantiscono un elevato grado di sicurezza.

Scaffali con ripiani inclinabili e armadi direzionali look total white

Al fine di ottimizzare al massimo lo spazio è stata studiata una soluzione che integrasse le librerie e i mobili, entrambi in metallo, sulla stessa parete. I ripiani possono essere spostati all’occorrenza per far spazio ai diversi oggetti del merchandising, con la possibilità di inclinarli per esporre libri o stampe frontalmente. I mobili posti nella parte inferiore, caratterizzati da ante a battente con serratura, permettono la custodia delle scorte e, al tempo stesso, un rapido accesso alle stesse in caso di necessità.
A completamento degli arredi sono stati collocati dei lockers per il deposito delle giacche, delle borse e degli effetti personali permettendo ai visitatori di vivere al massimo l’esperienza del percorso museale senza fastidi.

Hanno parlato di questo progetto

artribune lastampa lavoce

Tipologia

Museo

Anno

2022

Provincia

Torino

Prodotti

Libreria Verona
Armadio direzionale ad anta battente

Progetto

Voce ai protagonisti

“Il primo museo interattivo di Chimica fa immergere il visitatore in questa splendida disciplina attraverso un percorso che comincia dalle stelle, fucina degli elementi chimici, continua attraverso la sperimentazione con grandi macchine interattive e si conclude al chemistry bar, il primo bar chimico al mondo”
Alessio Scaboro
Direttore scientifico del museo

Alcuni dei clienti che in questi anni si sono affidati a noi

Hai un progetto di arredamento di cui vuoi parlare?

Contatta il nostro ufficio commerciale:

Sapevi che siamo presenti sul MEPA, Mercato Elettronico per la Pubblica Amministrazione, oltre che su Intercent-ER, ARIA, SINTEL, SCR e molti altri?

Cercaci attraverso la Partita IVA 051733030015 o contatta il nostro ufficio commerciale.

Scopri altre realizzazioni nella sezione Museo